American Dream-Mikkeller

Birra prettamente estiva questa American Dream (che in Danimarca diventa Danish Dream), Mikkeller, il furioso globetrotter del fermentatore, crea questa bassa fermentazione presso De Proefbrouwerij, quindi siamo dinnanzi ad una collaborazione belga/danese.

The American Dream è una premium lager, anche se dal bicchiere (che sta a 30 cm da me) continuano a sgorgare odori non propriamente da lager… il colore è un biondo carico,  quasi ramato; la schiuma si dimostra bianca, fine e abbastanza persistente.

Come dicevo il naso si lascia trasportare da sentori tipicamente americani  richiamando  frutta esotica, resinosità luppolata , ananas, un tocco di miele ed una bella nota floreale. In bocca, la birra si dimostra ben strutturata, coerentemente  con le aspettative dell’aroma, la dolcezza del malto si confonde con sentori agrumati che vanno a scivolare in un delizioso finale secco e luppolato; ne risulta un finale persistente che asciuga il palato invitando alla beva. Un’altra lager che mi lascia piacevolmente sorpreso mostrandomi  quel che si riesce ad ottenere dalle basse fermentazioni. [dLc]

Paese: Danimarca/Belgio

ABV: 4.6%

Servita a 7°