Fuller’s India Pale Ale

Creata dal birrificio londinese nel 2009 e destinata principalmente al mercato internazionale,  questa India Pale Ale rappresenta il confronto tra uno dei birrifici inglesi più antichi con uno degli stili autoctoni maggiormente in voga negli ultimi anni.

Questa è la prima Fuller’s Bottle Conditioned che mi trovo tra le mani e la tentazione di recuperarne il lievito è fortissima. Nel bicchiere la birra si presenta di un bel ramato carico e abbastanza velato, la schiuma è bianca, abbastanza fine  ed evanescente.

Al naso  si hanno i sentori tipicamente della Fuller’s, dico così perchè trovo  l’odore del malto della  London Pride  abbastanza caratteristico e lo percepisco nettamente anche quì, probabilmente è tutto merito dei lieviti usati in casa Fuller’s e della loro capacità caratterizzante. Ai sentori del miele si addossano aromi floreali, un bel agrumato e accenni lievemente terrosi.

In bocca il corpo è medio e ad un attacco ,dolce dato del malto, segue quasi immediata una esplosione agrumata (marmellata d’arancio) ben bilanciata da un amaro  pungente che porta con sè la piccantezza erbacea dei luppoli inglesi. Il finale è abbastanza lungo e moderatamente dry.

Una bella prova di stile da Fuller’s  che crea un IPA elegante e ben bilanciata in pieno stile inglese, beverina e mai banale . [dLc]

PAuese: Uk

Servita a 10°

ABV:5.3%

Annunci

Fuller’s London Porter

Una ricetta originale londinese sviluppata da un birrificio originale londinese; cosa volere di più?

Certo la Fueller’s non è propriamente un birrificio artigianale ma ha il pregio di aver mantenuto nel tempo uno standard qualitativo decisamente alto, per questa London Porter i birrai londinesi hanno rispolverato una ricetta di fine ottocento ed il risultato è deliziosamente profondo e complesso.

La dolcezza del malto Crystal unita al Chocolate e ai sentori affumicati del Brown si lasciano bilanciare meravigliosamente dal luppolo Fuggles creando questa meraviglia che al naso regala caffè e cioccolato fondente ed al palato un leggerissimo retrogusto acidulo. La schiuma e poco persistente, una birra finfrancante e nutriente, sul sito ufficiale,inoltre,  c’è pure una degustazione video ufficiale (sicuramente migliore di questa che state leggendo) ed una ricetta per preparare la London Porter Stew, la prossima volta che la trovo in commercio ne faccio incetta e vediamo com’è questa bisteccona all’inglese, per il momento …godiamoci questa meraviglia old skool. [dLc]

Paese: Uk

Gradazione. 5.4%

Servita a 10°